fbpx

San Leucio, il sogno di un re

di Sebastiano Bazzichetto
tratto e adattato da The Yellow Gloves

Nel 1750 re Carlo di Borbone (1716-1788) fa erigere una dimora quale centro ideale del rinnovato regno di Napoli, svincolato dalla Spagna. La scelta cade sul luogo dominato dal palazzo della famiglia degli Acquaviva. I lavori iniziano nel 1753 insieme a quelli per la costruzione dell’Acquedotto Carolino, le cui acque alimentato ancora oggi le fontane dei giardini reali. Ma la grande reggia con i suoi giardini scenografici, progettati dal Vanvitelli, non è la sola meraviglia di Caserta.

Carlo di Borbone
Carlo di Borbone

A soli quattro chilometri dallo sfarzo della reggia sorge un simbolo dell’intraprendenza illuminista dei Borbone: il Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio.

a-bel-seteria

Nel 1778 nasce il borgo e la comunità nota come Real Colonia di San Leucio, basata su uno statuto che nasce nel 1789. Alle maestranze locali si aggiunsero anche artigiani francesi, genovesi, piemontesi e messinesi che si stabiliscono a San Leucio richiamati dai molti benefici di cui godono i lavoratori delle seterie. Ad essi viene infatti data una casa all’interno della colonia, per i familiari è prevista la formazione gratuita e, per volere del sovrano, viene inoltre istituita la prima scuola dell’obbligo in Italia femminile e maschile.

a-belvedere_03

Si tratta a tutti gli effetti di uno degli esempi più alti dei principi dell’Illuminismo e rappresenta  un modello di giustizia e di equità sociale nuovo per le nazioni del XVIII secolo ispirato ad una forma di socialismo illuminato. Viene abolita la proprietà privata, garantita l’assistenza agli anziani e agli infermi ed è esaltato il valore della fratellanza.

a-seteria

a-san-leucio

Ad oggi si possono visitare ed ammirare il Palazzo del Belvedere, il Complesso Monumentale, il Quartiere Trattoria (per ospitare i visitatori dell’epoca), la filanda (o fabbrica serica), i quartieri operai, le scuderie reali e la chiesa di San Ferdinando re, ricavata dal salone delle feste del Belvedere nel 1776. San Leucio rappresenta la concretizzazione del sogno di un sovrano illuminato il cui successo, per il pregio dei suoi tessuti, ha soddisfatto i gusti di nobili acquirenti: tende, arazzi e broccati di ottima fattura vestono le prestigiose reggie nel mondo, dalle camere della vicina reggia di Caserta alle stanze del Vaticano, del Quirinale e ancora lo Studio Ovale della Casa Bianca nonché le bandiere, comprese quelle che svettano sull’inglese Buckingham Palace.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questions? Please fill out the form below and we’ll get right back to you!

© 2016 ScuolaScuola | All rights reserved